Chi è di scena di e con Alessandro Benvenuti al teatro Tor Bella Monaca dal 12 al 14 maggio 2017

"La vita condanna l'uomo a una continua improvvisazione teatrale". È la riflessione consapevole e amara di un anziano uomo di teatro che scompare dalle scene e che trasforma un salotto in un palcoscenico ideale dove sceglie di raccontarsi attraverso l'artificio di un'intervista.
Siede su di una poltrona da vero lord inglese, indossando guanti bianchi per convincere il giornalista e suo ammiratore, di convivere con una dermatite 'atopica', non contagiosa. Il suo volto è proiettato verso la platea. Dietro un'apparente saggio che sembra godersi con serenità la sua tazza di tisana alla malva, si cela un uomo disgustato da una società fatta di lobby culturali e individui ignoranti pur essendo laureati e che non hanno saputo riconoscere il suo talento artistico, condannandolo più dell'incidente, a un lungo periodo di clausura.
Nel rendez-vous intimo e privilegiato a cui prende parte il giornalista carico di apprensione e timori, l'intervista stessa non è altro che una messa in scena ideata dall'autore ormai vecchio per misurarsi con le strategie subdole dei sindacalisti e di chi vive senza passione e amore.  Mentre i due colloquiano dei più svariati argomenti, interrogandosi sulla presunta depilazione di Gesù e passando dal sacro al profano, dall'esoterismo alla prostata, alle loro spalle giace una giovane dormiente, vestita di rosso, che pare sia la donna amata dal vecchio signore, forse una prostituta che come per incanto  è caduta in un profondo sonno. Il giovane si agita e il vecchio resta seduto nella sua poltrona e quello che sembra un tranquillo pomeriggio, si tinge di giallo.  Il teatro è verosimile come i racconti sorprendenti del vecchio che seduce e terrorizza il giovane stalker piombato a casa sua con la scusa d'intervistarlo e che invece vuole perseguitare sua nipote Anna.
I colpi di scena incollano lo spettatore alla poltrona fino alla fine in un crescendo di suspence, visioni e stati d'animo magistralmente descritti e interpretati da un impeccabile Alessandro Benvenuti, abile come un cappellaio magico a stupire il suo pubblico con uno spettacolo che è un'eloquente lezione di teatro, con tutti gli ingredienti di una drammaturgia contemporanea ricca delle lezioni del passato.
Quello di Benvenuti è un teatro comico e colto al tempo stesso, dove la magia che si sogna di vivere, diventa realtà. 
Molto bravi e talentuosi anche Paolo Cioni e Maria Vittoria Argenti che lo accompagnano da settembre nella tournée e che ha toccato i maggiori teatri italiani fino a giungere al Tor Bella Monaca, che ha la fortuna di avere proprio Benvenuti come direttore artistico.
Lo spettacolo che ha debuttato questa sera, sarà in scena fino al 14 maggio 2017 alle 18.00.
Questo e' il teatro delle emozioni autentiche e inaspettate. 

di Tania Croce

(Videointervista ad A. Benvenuti in scena al Tor Bella Monaca -12/14 maggio 2017)


Print Friendly and PDF

Nessun commento:

Posta un commento

PennadorodiTania CroceDesign byIole