Alexandra Filotei, la grande assente alla stagione teatrale 2016/2017 del Marconi

Sulla scia delle emozioni, gli addetti ai lavori hanno dimenticato lo spettacolo che avrebbe aperto la seconda stagione teatrale del Marconi, sto parlando di "Bamboccioni", la pièce ironica e a tratti drammatica diretta da Roberto d'Alessandro che dopo i consensi al Teatro Roma, sarebbe approdata nel nuovo teatro diretto da Felice Della Corte. "Sono rimasto molto dispiaciuto che non si sia ricordato lo spettacolo annullato per motivi di forza maggiore - afferma Armando Puccio, l'attore che insieme con Alexandra Filotei, aveva provato per tutta l'estate la sua parte - e ieri è mancato ogni accenno allo spettacolo e all'attrice rimasta ferita nel recente terremoto. E pensare - prosegue l'attore - che c'era una scena nello spettacolo, dove c'erano scosse di terremoto e mentre tutti gli altri scappavano, Alexandra restava dentro le mura tremanti". 
Nel rosso scenario del Marconi, Felice della Corte ha accolto la stampa e gli attori col solito affetto, creando una sorta di gemellaggio artistico tra il teatro romano e il Nino Manfredi di Ostia. Tra gli interventi più belli, quello di Gianluca Guidi, ironicamente presente al Marconi e protagonista del fortunato "Taxi a due piazze" di Ray Cooney con l'inseparabile Giampiero Ingrassia, in scena al Marconi a maggio e "That's Life. Sinatra Tribute" a ottobre al Nino Manfredi.
Effervescenti e brillanti come sempre, il duo Pistoia-Triestino, saranno pronti anche quest'anno a far ridere e riflettere il pubblico con "Grisù, Giuseppe e Maria", il fortunatissimo spettacolo che ancora non sono riuscita a vedere e che quest'anno non posso perdere, come quello dell'irresistibile Rodolfò Laganà per cui la platea si è voltata con amore, per ascoltarlo mentre ha ricordato l'appuntamento di dicembre al Nino Manfredi con "I sorrisi del portiere" e la tenera storia di Orazio Parini. I fratelli Fornari, hanno presentato "Finché giudice non ci separi", che approda al Nino Manfredi dopo il successo di pubblico del Golden, poi ancora "Le notti della Tosca" al Manfredi con la straordinaria Gabriella Silvestri, "Profumo di donna" con Massimo Venturielli sempre al Manfredi, "Il più brutto week-end della mia vita" interpretato e diretto dall'immenso Maurizio Micheli accompagnato da Benedicta Boccoli, Ninì Salerno e Antonella Elia. Sempre al Manfredi ci sarà un omaggio a Pirandello con Felice Della Corte, Laura Lattuada, Pietro De Silva e Riccardo Barbera, in "Così è se vi pare". Come dimenticare "Io e lui", con Pistoia e Triestino stavolta alle prese con un testo di Alberto Moravia, a marzo al Manfredi. "Quattro buffe storie" chiuderà la stagione al Manfredi con un classico di Pirandello e Cechov, diretto e interpretato dall'inimitabile Glauco Mauri e Roberto Sturno.  Tanti gli spettacoli fuori abbonamento come il tributo a Sinatra di Gianluca Guidi e mini abbonamento come "Emigranti"  di Mrozek diretto e interpretato da Giancarlo Fares e Marco Cavallaro in "That's amore." Al Marconi ci saranno Fabian Grut, Gaetani e Fei con "Via col tempo", diretti da Felice della Corte e "Minchi signor tenente" di Antonio Grosso con la regia di Nicola Pistoia. Al Marconi giunge anche Angelo Longoni con fortunato spettacolo "L'amore migliora la vita" con Edy Angelillo, Eleonora Ivone, Ettore Bassi e Giorgio Borghetti. Giancarlo Fares dirigerà Felice Della Corte e Roberto D'Alessandro in "Coniugi" ed Elena Sofia Ricci curerà la regia di "Mammamia bella" con Sabrina Pellegrino, Valentina Olla  e Federico Perrotta. Quest'anno gli ex detenuti di Rebibbia reciteranno in "Tempo binario". Ci saranno molti spettacoli per bambini al Marconi insomma, ce ne saranno tante di emozioni da vivere nel nuovo teatro in Viale Marconi e al Nino Manfredi di Ostia.

di Tania Croce



Nessun commento:

Posta un commento

PennadorodiTania CroceDesign byIole